Informazioni utili

Tesseramento sociale ENAL

E' aperto il tesseramento sociale per la stagione 2019/2020. La tessera di socio-sostenitore ha un costo di 10 euro. Questo piccolo contributo annuale ci permette di mantenere alta la quantità e la qualità delle nostre iniziative. Grazie a quanti vorranno sostenerci!

SCRIVICI VIA E-MAIL PER RICHIEDERE LA TESSERA
enalsportvillaga@gmail.com

Tesseramento FISI

 

Portale iscrizioni Fisi Veneto

Accesso al portale delle Iscrizioni on line della Fisi Veneto QUI

Link utili

  

ENAL SPORT VILLAGA - Ultime news

Pra’ del Moro, salta la pista di fondo. Giusti: “Atto di responsabilità, la salute prima di tutto”

Il Covid ferma anche il fondo in Pra’ del Moro. L’Enal Sport Villaga, che da anni gestisce l’attività invernale sull’anello cittadino, dopo settimane di attente valutazioni, ha deciso che la pista di fondo quest’anno non si farà.

In queste condizioni non possiamo fare l’apertura al pubblico con il noleggio, l’attività con le scuole è destinata a saltare e anche il corso di sci per i più piccoli appare difficilmente gestibile per il rischio di assembramenti” commenta il presidente Luca Giusti. “Verrebbero così a mancare i tre pilastri fulcro dell’attività sull’anello, e ci sembra insensato attivare l’innevamento artificiale solo per l’allenamento dei nostri atleti”.

La situazione è in continua evoluzione e a giorni il Governo dovrebbe emanare un nuovo DCPM che con ogni probabilità prorogherà le attuali restrizioni e, fra le altre cose, sancirà la chiusura degli impianti sciistici fino a gennaio.

Il Presidente dell'Enal Sport Villaga Luca GiustiAlla luce di queste considerazioni lo stop è necessario. Ci dispiace deludere le aspettative di tanti appassionati, ma siamo convinti che in questo momento difficile e di grande incertezza la priorità sia tutelare sicurezza e salute prima di ogni altra cosa. Questa decisione è per noi un atto di responsabilità. Ci sembrerebbe comunque poco opportuno, in questo delicato momento di emergenza sanitaria, allestire la pista proprio davanti ad un Ospedale, mentre i sanitari sono in prima linea a contrastare il diffondersi dell’epidemia e a curare i malati di Covid” precisa Giusti -  “Come società abbiamo un dovere morale verso il rispetto delle regole e verso tutta la nostra comunità”.

A questo si aggiunge “la volontà di tutelare anche la salute dei nostri volontari che in questi anni hanno sempre speso tempo ed energie nel preparare e gestire la pista. È giusto limitare le situazioni di rischio anche per loro e per le rispettive famiglie”.

Alla luce di questa decisione anche la gara del calendario FISI in programma a gennaio non si terrà in Pra’ del Moro ma verrà spostata sulle nevi di Passo Cereda (sempre se le normative ne consentiranno lo svolgimento).

Il nostro impegno quest’anno si concentra di conseguenza sulla squadra agonistica - conclude Giusti – Faremo un’attività soft a dicembre, con i motori al minimo, in attesa di capire come sarà la situazione a gennaio, e cercheremo di sfruttare la neve naturale laddove, si spera, potrà venire”.

Pra’ del Moro, troppe incognite: a rischio corsi, gare e attività invernale

Dal Corriere delle Alpi, 15 novembre 2020 - di Roberto Curto

Una settimana, massimo due e si conoscerà il destino della stagione invernale a Pra’ del Moro. Perché i dubbi sono tanti e non c’è dubbio che al momento sull’attività del prossimo inverno ci sia un grosso punto di domanda. L’Enal sport Villaga, sci club che anni gestisce l’impianto nei mesi freddi in un apprezzato mix di attività promozionale e agonistica dello sci di fondo sta prendendo tempo, ma la data nella quale assumere una determinazione definitiva si avvicina e le variabili da valutare sono ancora tante, prima fra tutte le limitazioni e gli spazi di manovra concessi dalla pandemia.

La società guidata da Luca Giusti ha già ottenuto l’appoggio della famiglia Cremonese, pronta ancora una volta a supportare l’attività. Così il Comune di Feltre, che resta alla finestra in attesa degli eventi.

«Ci eravamo ripromessi di attendere prendere una decisione fino alla metà del mese», afferma il presidente dell’Enal sport Villaga, Luca Giusti, «e adesso che ci siamo arrivati siamo al punto di partenza. Se le cose fossero rimaste quelle di qualche settimana fa, saremmo certamente partiti con la parte organizzativa e operativa per l’allestimento dell’anello di Pra’ del Moro. Ma le ultime scelte e restrizioni compiute dal governo ci obbligano a prendere ancora un po’ di tempo. I dubbi sono tanti, inutile nasconderlo».

Il rischio è di lavorare tanto per niente: «La buona volontà c’è», aggiunge Giusti, «ma non dimentichiamo che siamo tutte persone che dedicano il tempo allo sci di fondo sottraendolo alla propria vita di tutti i giorni. La mia preoccupazione è quella di fare lavorare i volontari più di un mese con il rischio di ritrovarci poi con le mani legate e l’attività bloccata. Gestire l’anello innevato non è una passeggiata: servono persone che curano il tracciato, altre che gestiscono il noleggio. Aggiungiamo che la Fisi ha accolto la nostra richiesta per disputare una gara del calendario in gennaio. Insomma, c’è davvero un bel po’ da fare e mettere in moto tutta questa macchina organizzativa senza essere certi di dove si va a parare preoccupa non poco. Basti pensare che se il Veneto dovesse passare in zona arancione verrebbe meno l’attività dell’Infocaffè, gestito dalla cooperativa Elementa, che è un supporto prezioso durante la nostra attività. Ma è solo una delle ipotesi da considerare».

Uno dei punti premianti dell’attività a livello promozionale, sono i corsi di Natale che in questi anni hanno avvicinato allo sci di fondo alcune centinaia di bambini e ragazzi, maschi e femmine, alcuni dei quali hanno poi proseguito tesserandosi con lo sci club di Villaga: «Ci sono prescrizioni anche sui corsi e sugli allenamenti, tutti da valutare attentamente con i nostri tecnici. Significa avere più forze in campo per gestire i vari aspetti dell’attività».

Se ci sarà il via libera si inizierà con l’attività dei cannoni che dovranno preparare il fondo, si spera, per accogliere poi la neve naturale che regala all’anello un aspetto davvero speciale. L’anno scorso il Comune aveva fatto installare un paio di container che l’Enal sport Villaga aveva potuto adibire a magazzino e deposito per il noleggio di materiali. La data di apertura dell’impianto in questi anni è variata in base alle condizioni meteo. Metà dicembre nelle annate favorevoli, tra Natale e Capodanno quando ci si è potuti affidare alla sola neve programmata. La speranza è che questo inverno non segni uno stop dell’attività.

Oltre all’attività dello sci club, l’anello di Pra’ del Moro richiama anche tanti appassionati che possono approfittare per una sciata a due passi da casa. Un’attività su più fronti che dà un plus valore all’area verde.

Covid-19, salta la tradizionale Festa di San Fermo a Villaga. Nella Messa di domenica l'intercessione del Patrono contro le pestilenze.

Un momento della celebrazione della S. Messa per San Fermo

Il Covid-19 stoppa la festa di San Fermo. Come purtroppo si ipotizzava da tempo, a causa della situazione straordinaria legata all’emergenza sanitaria in corso, la tradizionale festa di San Fermo, patrono della frazione di Villaga, non si farà. L'Enal Sport Villaga è stata costretta ad alzare bandiera bianca come la maggior parte delle associazioni e delle pro loco del territorio che operano nell’ambito delle feste patronali. 

«La difficoltà di ottemperare alle prescrizioni sul distanziamento sociale, in particolare laddove è facile si verifichino situazioni di assembramento, unita alla responsabilità di tutelare la salute delle persone, ci hanno portato a questa decisione - commenta il Presidente Luca Giusti -  Una scelta triste ma necessaria, la più consona rispetto all'attuale situazione che si sta ancora evolvendo».

Saltano così le tre serate gastronomiche proposte dall'associazione, fra cui la più popolare a base di polenta e sardèle, che negli anni sono diventate appuntamento fisso per tanti amici dello sci club e momento prezioso di aggregazione sociale per tutta la comunità frazionale. Annullata anche l’edizione 2020 della Corsa del Gal, pedonata non competitiva che si snoda lungo i sentieri del monte Tomatico.

«La speranza è di poter tornare a festeggiare il Patrono nel segno della tradizione con ancora più entusiasmo nel prossimo 2021» conclude Giusti.

Il patrono della frazione è stato così celebrato solo nella sua parte religiosa, con la Santa Messa domenica 9 agosto nella Chiesetta di San Fermo officiata dal parroco di Tomo e Villaga Don Valerio Maschio, nel corso della quale è stata invocata l’intercessione di San Fermo a protezione della comunità contro le pestilenze.

L'Enal Sport Villaga mette nuove ruote alla squadra agonistica grazie a Sparkasse!

L’Enal Sport Villaga mette nuove ruote alla squadra agonistica! È stato inaugurato giovedì 6 agosto il nuovo pulmino della società sportiva di Villaga, acquistato attraverso un contributo economico della Cassa di Risparmio di Bolzano Sparkasse.

Il nuovo mezzo a nove posti, di colore bianco e rosso, verrà utilizzato per il trasporto degli atleti nelle attività di allenamento, promozione ed agonismo.

La storica società sportiva, fondata nel lontano 1946 ed attualmente presieduta da Luca Giusti, ha fortemente voluto dotarsi di un mezzo di trasporto nuovo e più adeguato alle esigenze, nonostante il difficile periodo legato all’emergenza Covid-19.

Alla cerimonia di consegna del mezzo erano presenti atleti, genitori e dirigenti della società sportiva insieme ai vertici di Sparkasse. Il direttore della filiale di Feltre, Simone Zago, ha evidenziato come l'attività della banca si traduce nel sostegno concreto a diverse iniziative, nella volontà di essere vicini al territorio, al mondo del volontariato e in particolare a quello dello sport.

Il nuovo pulmino verrà ora messo disposizione degli atleti che già da un mese e mezzo si stanno allenando in vista della prossima stagione invernale.

 

Enal Sport Villaga prova a ripartire dopo lo stop per il Coronavirus. Si guarda al futuro con molte incertezze.

Pronti ad una ripartenza, seppure ancora incerta e non semplice. L’Enal Sport Villaga guarda alla prossima stagione e si prepara a riprendere gradualmente l’attività dopo il delicato momento di emergenza sanitaria.

Le scorse settimane dirigenti e tecnici dello sci club si sono riuniti in videoconferenza (non era mai accaduto negli oltre settant’anni di storia della società) per fare il punto della situazione alla luce dell’evoluzione legata al Covid-19.

Il diffondersi dell'epidemia da Coronavirus ha imposto infatti la sospensione di tutte le attività inerenti la società sportiva, interrompendo bruscamente e anticipatamente la stagione invernale.

«Non è dato sapere, al momento, quando le attività di squadra potranno ripartire ed in quali modalità – commenta il presidente Luca Giusti -  Si attendono le prossime direttive che arriveranno da Governo e Regione. Giovedì abbiamo riunito il Consiglio Direttivo, con le opportune modalità di distanziamento, allo scopo di tracciare, in questo momento di stasi generale, il futuro a breve, medio e lungo termine del nostro movimento sportivo. Possiamo facilmente ipotizzare che tutta l’attività sarà condizionata, almeno per un primo periodo, dall’emergenza sanitaria».

Oltre a quella sportiva rischia di essere pregiudicata anche l’attività sociale del sodalizio. Difficile pensare, infatti, che si possa svolgere la festa paesana di San Fermo, il secondo weekend di agosto, ottemperando alle prescrizioni sul distanziamento sociale. A settembre poi la società sarà chiamata al rinnovo del presidente e dei componenti del consiglio direttivo mediante assemblea dei Soci mentre in autunno dovrebbe tenersi l'appuntamento con la cena sociale. Tutto in sospeso, almeno per ora. 

«Nel frattempo abbiamo informato i genitori degli atleti sulla chiusura, purtroppo traumatica, della stagione 2019/2020 e sulle prospettive di quella 2020/2021 – evidenzia Giusti - Siamo molto soddisfatti per la crescita dei nostri atleti, per i risultati ottenuti e per l’amalgama del gruppo che si è rilevato davvero molto forte e coeso. Nel corso della stagione i nostri giovani hanno preso parte a competizioni di ben tre diverse discipline sportive quali atletica leggera, sci di fondo e biathlon, ottenendo anche risultati importanti. Purtroppo, per i noti motivi, non abbiamo potuto festeggiare la fine della stagione con la tradizionale serata di chiusura».

Da sottolineare in particolare l'avvicinamento al mondo del biathlon, che rappresentando una disciplina in forte crescita e di punta negli sport invernali «ha creato grande entusiasmo e determinazione in tutta la squadra».

Giusti traccia anche un bilancio dell’attività sulla pista da fondo in Pra’ del Moro. «L'inverno è stato molto positivo malgrado l'assenza di nevicate e le temperature non sempre favorevoli. Abbiamo registrato un'intensa attività con le scuole e un incremento nella partecipazione ai corsi serali per adulti, a conferma di quanto quest'iniziativa sia sempre più apprezzata». 

Ma la nuova stagione è già alle porte e lo staff tecnico della società sta lavorando in questa direzione. Nel mese di maggio si è attuata una programmazione di riattivazione del corpo, necessaria dopo la pausa forzata di due mesi, nel rispetto delle norme e delle regole di comportamento in fase di emergenza sanitaria. Così sarà fino all'arrivo di nuove indicazioni dagli enti competenti. L’Enal Sport Villaga segue costantemente l’evolversi della situazione in questa delicata Fase 2 del Covid-19, pronta a riaccendere i motori non appena sarà possibile.